Informativa sui Cookie

Questo sito utilizza servizi di terze parti che fanno uso di cookie di profilazione, al fine di personalizzare i contenuti con le preferenze dell'utente.Puoi disabilitare l'uso dei cookie attraverso le impostazioni del browser. Se prosegui senza modificare queste impostazioni, ne accounsenti l'utilizzo.Per l'informativa completa e per le istruzioni su come disabilitare i cookie, clicca qui.

(Condividi su Facebook)


Come adottare NINNI dormiva nel cimitero Cane meticcio Maschio
NINNI dormiva nel cimitero  0
NINNI dormiva nel cimitero  0
NINNI dormiva nel cimitero  0
NINNI dormiva nel cimitero  0
NINNI dormiva nel cimitero  0
NINNI dormiva nel cimitero  0
NINNI dormiva nel cimitero  0
NINNI dormiva nel cimitero  0

Sono nato circa il 08/05/2015
Annuncio inserito il 13/11/2016
Taglia: Piccola
Indirizzo: c.da Cava delle Pietre snc, Ginosa (TA)

Posso essere adottato in queste province: Alessandria Arezzo Ascoli Piceno Asti Belluno Bergamo Biella Bologna Bolzano/Bozen Brescia Como Cremona Cuneo Ferrara Firenze Forli'-Cesena Genova Gorizia Grosseto Imperia L'Aquila La Spezia Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Milano Modena Monza Brianza Novara Padova Parma Pavia Perugia Pesaro Urbino Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Prato Ravenna Rimini Roma Rovigo Savona Siena Sondrio Taranto Torino Trento Treviso Trieste Udine Valle d'Aosta Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vicenza
Contatto telefonico: 3348943804

Mi chiamo Ninni e oggi vi racconto la mia storia. A nessuno è mai interessato ascoltarla, a dir la verità, ma io proprio oggi ho deciso che invece ve la racconterò, perché, anche se sono giovane e piccolo, di cose me ne sono capitate! Ehhh se ne ho viste di cose! Avevo una famiglia sapete, sì sì, quando ero piccolo e carino, perché io ero davvero bellissimo una volta...prima dell'abbandono, prima della strada, prima di mangiare rifiuti e dormire negli angoli delle strade. In paese mi conoscono ormai un pochino tutti e ho un sacco di soprannomi. È da Luglio che sono apparso e giro, inizialmente grassoccio e con il segno del mio collarino appena tolto ancora visibile sul collo…. Io mica l'ho capito subito che non sarebbero più tornati a prendermi. Ho continuato per tutta l'estate a correre in mezzo alle strade dietro ogni macchina che assomigliava a quella della mia famiglia. "Mia famiglia"...non so se posso chiamarli ancora così. Loro, mi sono convinto ormai, si saranno dimenticati di me. Sono rimasto per così tanto tempo ad aspettarli nella via in cui mi lasciarono scendere dalla macchina, che forse è vero ciò che dicono i miei amici di strada: non mi hanno più voluto. Io non credevo a queste maldicenze i primi mesi e ogni mattina dopo un'altra faticosa notte sull'asfalto, speranzoso tornavo ad aspettarli, certo che sarebbe stato quello il giorno giusto. Alla fine, con tanta amarezza nel cuore, mi sono arreso e ho imparato un po' ad arrangiarmi prima di lasciarmi morire di fame e di tristezza. Ogni tanto seguo coloro che sembrano avere le facce più simpatiche e scodinzolo e faccio le feste, come avevo imparato a fare in casa. Riesco così ad ottenere qualche crosta di pizza, qualche pezzo di pane o avanzo di pasta. Spesso però ottengo anche qualche insulto o calcio nel didietro...ehhh, non si può piacere a tutti purtroppo. Ho fatto amicizia con altri come me, cani di nessuno che mi hanno insegnato a cavarmela e la notte mi portano con loro a rovistare fra i cassonetti migliori. Ogni tanto però c'è un posto dove me ne vado a stare da solo. È un posto tranquillo dove tutti coloro che arrivano parlano a bassa voce e non si sente il frastuono del paese. Dopo l'imbrunire poi tante piccole lucine si illuminano e mi fanno sentire meno solo. Mi dicono che questo posto si chiama "cimitero". Io lì mi addormento spesso sopra un mucchietto di terra più morbido del cemento dove altrimenti sono costretto a stare. È un gran posto dove riposare! E poi...pensate cosa succede un giorno! Arriva una macchina e si ferma proprio vicino a me! Il mio cuoricino triste ha cominciato a battere forte! Ero emozionato come da tanto no ero più stato. Ho visto lo sportello aprirsi e sono praticamente salito sul sedile in un secondo. Come si fanno certe cose sapete, non si dimentica mai! Simpatica la ragazza che mi ha fatto salire a bordo. Invece di essere arrabbiata mi ha addirittura fatto delle carezze e io che le adoro mi stavo proprio dimenticando la bella sensazione che si prova mentre qualcuno te le fa. Qualche volta camminando sui marciapiedi vedo i bambini allungare le loro manine verso di me, ma il più delle volte le loro mamme li tirano subito via, perché dicono che sono sporco, dicono che sono randagio. Io Randagio!! Ma che ne sanno loro... Comunque sia la simpatica ragazza speravo mi portasse finalmente a casa mia e tutto felice guardavo dal finestrino cercando di riconoscere qualcosa di familiare. No...non stavamo andando a casa. Ora lo so con certezza, perché ormai è da una settimana che mi ha portato qui, in un posto non bello chiamato canile comunale. Sto chiuso tutto il giorno. Intorno a me una distesa di altri come me. Siamo tutti qui ad aspettare, ma qui in mezzo chissà se qualcuno mi troverà mai... Ecco ora la simpatica ragazza che si chiama Giusy mi ha appena fatto uscire dal mio box e mi ha messo un fiocco. "Racconta la tua storia" mi ha detto " perché sarà la tua unica occasione per dire al mondo che ci sei anche tu." Ed ecco perché vi ho annoiato fino ad adesso, ma altro non vi potevo raccontare, perché la mia vita è stata esattamente questa qua. Prima di morire, fra tanti anni spero, vorrei che qualcuno mi rifacesse la stessa richiesta: "racconta la tua storia" e vorrei poter allora ricordare cose meravigliose, raccontare di una famiglia che mi ha amato, di cose divertenti fatte con loro, di momenti di coccole e di buon cibo, del mio pelo sempre lucido e delle carezze della buonanotte ogni sera. Io lo spero ma vi confesso che non so mica per quanto ancora avrò la forza di sperare. Ok. Mi tolgono il fiocco, tocca ad un altro. Vi saluto con affetto e grazie per avermi ascoltato. Il vostro Ninni MASCHIETTO CORPORATURA DA BASSOTTO (11/12 KG CIRCA) 1 ANNO E MEZZO (NATO INIZI MAGGIO 2015) OSPITE DEL CANILE DI GINOSA Per adottarlo scrivete a giusy.adozioni@libero.it raccontandoci un po’ di voi, della vostra esperienza con i cani e del posto dove lo fareste vivere. Vi invieremo un Questionario, dopodiché contatteremo una volontaria della vostra zona per un colloquio rivolto a tutta la famiglia. Ninni è adottabile ovunque ed arriverà vaccinato, con tutta la profilassi annotata sul suo libretto, e microchippato, a bordo di mezzo idoneo, omologato per il trasporto di animali da compagnia. Grazie a tutti Giusy (334 894 3804) e Francesca (339 639 0998)

Per altre informazioni o foto su questo annuncio clicca qui (link esterno)

Richiedi informazioni per l'adozione all'inserzionista

Referente: ANPA sez. Alma Tamborrino di Ginosa (TA)
Sito Web: https://www.facebook.com/anpa.sezionediginosa
Telefono: 3348943804
Note: AFFIDIAMO CANI SOLO A CHI: - li considera membri della famiglia a tutti gli effetti - non è alla prima esperienza di gestione del cane in casa - comprende che i cani del canile non sono abituati al mondo esterno e ci vuole tempo e pazienza per tutto - è disposto a rimanere in contatto nel tempo con l'associazione








Twitter Facebook Iscrizione alla Newsletter Feed RSS

Cerca Adozione

Inserisci il testo da cercare nella descrizione o nel nome dell'annuncio

(ricerca avanzata)
MariaSalvador.it gioielli religiosi in argento

Apri la mappa

Italia